Victam
  • Unione Europea, in calo produzione totale di cereali

    Print

    Raccolti di mais maggiori del previsto, in crescita quelli di soia

    Cereali mangimi silos %c2%a9 gina sanders   fotolia.com

    Nel 2018 la produzione europea di cereali dovrebbe attestarsi a 281,7 milioni di tonnellate. Secondo Coceral (l'associazione europea dei produttori di cereali, riso, semi oleosi, olio d'oliva e oli), dovrebbe quindi essere inferiore alle aspettative: nelle precedenti stime aveva previsto il raggiungimento di 283,5 milioni di tonnellate. Si tratta di livelli significativamente più bassi rispetto ai 300,2 milioni di tonnellate di cereali raccolti dagli agricoltori dell’Unione Europea nel corso del 2017.

    Coceral comunica che la produzione europea di mais dovrebbe essere superiore alle precedenti stime (pari a 58,9 milioni di tonnellate): nel 2018 dovrebbe raggiungere 60,5 milioni di tonnellate, con probabili ulteriori revisioni al rialzo nei paesi balcanici. L'anno scorso i raccolti di mais erano stati leggermente superiori, pari a 60,7 milioni di tonnellate.

    In crescita, invece, la produzione europea di soia, che nel 2018 dovrebbe raggiungere i 3,6 milioni di tonnellate, rispetto ai 3,2 milioni di tonnellate raccolti nel 2017.

    L’associazione precisa che la produzione di grano dovrebbe essere pari a 128,6 milioni di tonnellate, una quantità inferiore rispetto ai 141,9 milioni di tonnellate prodotti nel 2017, a causa soprattutto dei cali produttivi registrati in Scandinavia.

    Anche la produzione europea di orzo dovrebbe essere più bassa rispetto all’anno scorso: nel 2018 dovrebbe fermarsi a 56 milioni di tonnellate, mentre nel 2017 si attestava a 58,3 milioni di tonnellate.

    Coceral sottolinea che la produzione di colza dell'UE si dovrebbe attestare nel 2018 a 19,4 milioni di tonnellate, mentre lo scorso anno era maggiore e raggiungeva 21,9 milioni di tonnellate.

    L’associazione stima, infine, che la produzione complessiva di semi oleosi nell'UE, compresi i semi di girasole, dovrebbe essere pari a 34,1 milioni di tonnellate, quindi inferiore rispetto ai 35,9 milioni di tonnellate registrati nel 2017.

    Foto: © Gina Sanders - Fotolia.com

    red. 13-12-2018 Tag: cerealiCoceralmaissoiagranoproduzioneUE
Articoli correlati
  • Commodities alimentari, a marzo prezzi stabili

    A marzo i prezzi delle materie prime alimentari sono rimasti sostanzialmente stabili. L’aumento delle quotazioni dei prodotti lattiero-caseari e della carne è stato, infatti, compensato dal calo dei listini dei cereali, dell'olio vegetale e dello...

    07-04-2019
  • Mais, impiego di funghi autoctoni efficace contro aflatossine

    L’impiego di funghi autoctoni di Aspergillus flavus incapaci di produrre micotossine potrebbe proteggere le piantagioni di mais dalla contaminazione da aflatossine. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Agronomy Journal dagli scienziati della North...

    06-04-2019
  • Usa, in calo piantagioni di soia

    Nel 2019 le piantagioni statunitensi di soia dovrebbero diminuire, mentre quelle del mais dovrebbero aumentare. Nel frattempo, le scorte del legume sono cresciute, mentre quelle del cereale sono scese. Lo evidenziano i rapporti “Prospective...

    04-04-2019
  • Usa, maltempo mette a rischio coltivazioni soia e mais

    Negli Stati Uniti il maltempo potrebbe mettere in pericolo le coltivazioni di soia e mais. Lo sostiene Planalytics, una società meteorologica con sede a Berwyn (Pennsylvania), secondo cui le recenti alluvioni potrebbero ridurre la produzione di mais del...

    02-04-2019
  • Marcello Veronesi: “Prioritario il supporto a ricerca per lo sviluppo dell'agroalimentare italiano”

    "Il quadro che emerge dall'indagine di Nomisma sull'innovazione in agricoltura riafferma ancora una volta l’urgente necessità di investire di più nella ricerca. Il contributo che arriva dal progresso scientifico può essere determinante...

    21-03-2019