Victam
  • IGC: soia verso annata record, in calo la produzione di grano

    Print
    Grano agricoltura %c2%a9 mozzz   fotolia.com

    Previsioni in chiaroscuro per il settore cerealicolo mondiale. Se la produzione di grano e altri cereali è prevista in calo, per il mais e la soia i mercati saranno più dinamici. Sono le indicazioni degli esperti dell'International Grains Council per l'annata 2018/2019.  

    Le condizioni climatiche sfavorevoli nelle regioni chiave per il settore cerealicolo porteranno a una riduzione del 2% della produzione di grano e cereali secondari. Sarà il terzo anno consecutivo in cui il livello produttivo sarà col sengo meno; le stime lo fissano a 2,059 milioni di tonnellate. Un declino particolarmente rapido è previsto per il grano ma anche per l'avena, l'orzo e la segale. Va meglio per il mais, per cui è previsto un aumento di 8 milioni di tonnellate dovuto a un recupero nella produzione in Sud America. In aumento, invece, il consumo globale di questi cereali grazie all'impiego nell'alimentazione (soprattutto per il grano) e per l'uso industriale (per il mais, in particolare). L'incremento è indicato all'1%.  

    Oltre alla riduzione della fornitura di cereali c'è un secondo calo consecutivo per le riserve, in particolare di 46 milioni di tonnellate per il mais e 18 per il grano. Secondo gli esperti le riserve si ridurranno tanto in Cina quanto nei maggiori Paesi esportatori.  

    Per quanto riguarda la soia le tendenze sono diverse. Nel 2017/2018 c'è stato un boom dei consumi ma un calo nella produzione di 11 milioni di tonnellate e pertanto le riserve mondiali, comprese quelle di un Paese chiave come l'Argentina, si sono contratte dell'11%. A fronte delle previsioni ottimistiche in Sud America, la produzione globale di soia potrebbe infatti rimbalzare a un livello record di 359 milioni di tonnellate nell'annata in corso. E se in Cina gli acquisti sono previsti in calo, i volumi di soia potrebbero espandersi comunque grazie agli acquisti di altri Paesi. 

    Infine anche per il riso alcuni indicatori sono positivi. Il commercio globale di riso nel 2018 è previsto in leggera espansione su base tendenziale con 47,5 milioni di tonnellate.

    redazione 02-08-2018 Tag: maisgranosoiaproduzione
Articoli correlati
  • Mais, impiego di funghi autoctoni efficace contro aflatossine

    L’impiego di funghi autoctoni di Aspergillus flavus incapaci di produrre micotossine potrebbe proteggere le piantagioni di mais dalla contaminazione da aflatossine. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Agronomy Journal dagli scienziati della North...

    06-04-2019
  • Usa, in calo piantagioni di soia

    Nel 2019 le piantagioni statunitensi di soia dovrebbero diminuire, mentre quelle del mais dovrebbero aumentare. Nel frattempo, le scorte del legume sono cresciute, mentre quelle del cereale sono scese. Lo evidenziano i rapporti “Prospective...

    04-04-2019
  • Usa, maltempo mette a rischio coltivazioni soia e mais

    Negli Stati Uniti il maltempo potrebbe mettere in pericolo le coltivazioni di soia e mais. Lo sostiene Planalytics, una società meteorologica con sede a Berwyn (Pennsylvania), secondo cui le recenti alluvioni potrebbero ridurre la produzione di mais del...

    02-04-2019
  • Marcello Veronesi: “Prioritario il supporto a ricerca per lo sviluppo dell'agroalimentare italiano”

    "Il quadro che emerge dall'indagine di Nomisma sull'innovazione in agricoltura riafferma ancora una volta l’urgente necessità di investire di più nella ricerca. Il contributo che arriva dal progresso scientifico può essere determinante...

    21-03-2019
  • Usa, diminuiscono esportazioni e uso nazionale di mais e grano

    Negli Stati Uniti il calo delle esportazioni potrebbe determinare un aumento delle scorte di mais e grano, mentre le riserve nazionali di soia dovrebbero diminuire. Lo evidenzia il rapporto “World agricultural supply and demand estimates” pubblicato...

    20-03-2019